La pianificazione finanziaria: come funziona

La pianificazione finanziaria è il processo di medio/lungo termine per gestire più saggiamente le tue finanze, che ti permette di soddisfare i tuoi bisogni, raggiungere i tuoi obiettivi e realizzare i tuoi sogni e, allo stesso tempo, affrontare gli ostacoli finanziari che inevitabilmente insorgono in ogni fase della vita.

Vediamo passo per passo come funziona: 

1- Stabilire gli obiettivi

Per prima cosa è necessario identificare i tuoi bisogni, inclusi quelli della tua famiglia. Altrettanto importanti sono la tua storia e le tue credenze così come le priorità e preferenze.

2- Fissare l’orizzonte temporale

Il periodo di tempo entro il quale, rinunciando almeno in parte alla disponibilità finanziaria, ti attendi di ottenere un rendimento dell’investimento in linea con gli obiettivi prefissati.

Può essere breve, medio o lungo ed è determinato anche dalle tue situazioni oggettive quali gli obiettivi e l’età.

3- Individuare la propensione al rischio

La propensione al rischio rappresenta la massima disponibilità a sopportare le oscillazioni dei mercati, nel caso in cui durante la vita dell’investimento non si siano prodotti i risultati sperati. La chiara individuazione della tua propensione al rischio permette di scegliere consapevolmente, prevenendo decisioni avventate che portino poi a modifiche di portafoglio nei momenti di panico.

4- Raccogliere i dati finanziari e analizzare la situazione finanziaria attuale

In questa fase è necessario analizzare le scelte fatte per poter esaminare compiutamente la tua situazione finanziaria.

Quali sono i tuoi punti di forza e le tue aree di miglioramento finanziarie?

Com'è il tuo "cash flow"? Stai risparmiando abbastanza? Qual è il tuo patrimonio? Com'è investito in questo momento? Hai la giusta asset allocation, la corretta diversificazione per la tua tolleranza del rischio? Quali lacune possono essere colmate?

5- Sviluppare un piano finanziario personalizzato

Identificati i tuoi obiettivi, i tuoi orizzonti temporali e la tua propensione al rischio, viene predisposto un piano che rifletta la tua personalità unica e delinei le strategie per realizzare i tuoi obiettivi.

Viene determinata l'asset allocation appropriata e vengono selezionate le soluzioni finanziarie più efficienti

L’asset allocation, cioè la messa in pratica del piano, consiste proprio nella traduzione in chiave economica del tuo profilo di investitore.

Le strategie possono includere la pianificazione pensionistica, il controllo del rischio, il finanziamento del l'istruzione dei figli, la pianificazione degli investimenti immobiliari, la gestione dei flussi di risparmio, la pianificazione fiscale e successoria e così via.

Di più: per essere ancora più produttivi, ogni bisogno, ogni obiettivo, ogni sogno ha il proprio orizzonte temporale, la propria asset allocation e soluzioni specifiche, proprio perché ogni diversa situazione deve essere approcciata nel modo più opportuno.

Esigenze di tutela del patrimonio a breve termine, ad esempio, devono essere soddisfatte in modo diverso rispetto a quelle della costituzione di un capitale per l'educazione dei figli nei prossimi 15 anni.

Un’adeguata asset allocation presidia e rende possibile anche il raggiungimento della diversificazione finanziaria, nel rispetto dell’elementare regola secondo la quale è bene “non mettere tutte le uova nello stesso paniere per non rischiare di perderle tutte in caso di incidente”.

E’ necessario sottolineare che la determinazione dell’asset allocation è la scelta strategica più importante all’interno del processo di pianificazione finanziaria

6- Attivare il piano, controllarlo e apportare i necessari aggiustamenti

Si realizzano le raccomandazioni e si intraprendono tutte le azioni necessarie per attuare il piano finanziario.

Il piano deve sempre essere costantemente controllato per verificare che le scelte fatte si mantengano in linea con i tuoi obiettivi e con l'evoluzione dei mercati finanziari: è necessario essere pronti a effettuare tutti i necessari aggiustamenti per preservarne l'efficienza.

L’asset allocation messa a punto sulla base di un dato profilo finanziario non sarà valida per sempre.

Ad esempio, il trascorrere del tempo e l’avvicinarsi del momento in cui è atteso il soddisfacimento del bisogno al quale l’investimento è finalizzato rendono necessario rivedere l’orizzonte temporale. Oppure, modifiche alla situazione familiare possono invece richiedere una revisione del profilo di rischio. L’eventuale nuovo profilo che scaturisce dall’attività di revisione genera la decisione di modificare il portafoglio, per renderlo coerente con il cambio delle premesse sulle quali si basava la versione precedente.

Ricorda, la pianificazione finanziaria è un metodo, non un prodotto.